Salute delle gengive: cause e meccanismi di insorgenza dei disturbi gengivali

Professionista dentale con paziente

Riconoscere le cause della gengivite e della parodontite1,2

Scopri da vicino le cause e i meccanismi di insorgenza di questi disturbi e il ruolo di una una scarsa igiene orale nell’insorgenza della parodontite. 1,2

La parodontite è causata dalla placca1–4

  • La parodontite è causata dai batteri che si insediano presso il margine gengivale, formando una placca sulla pellicola dentale1,3
  • Le endotossine e i residui batterici rilasciati dai batteri della placca provocano un’infiammazione del tessuto gengivale nota come gengivite1,2,4
  • Se la placca non viene rimossa, a lungo andare la risposta infiammatoria può generare una parodontite cronica che, a sua volta, determina la progressiva distruzione dei tessuti di sostegno del dente1,2

Progressione della gengivite e della parodontite

La gengivite è una condizione reversibile che ha origine da gengive sane, quando la placca presente lungo la linea gengivale induce infiammazione. Se trascurata, l’infiammazione gengivale può cronocizzare ed evolvere in parodontite cronica, causando la distruzione irreversibile dei tessuti parodontali. Non tutte le gengiviti evolvono in parodontite, ma quasi metà della popolazione adulta ne soffre.2

Sezione trasversale di una gengiva sana

Gengive sane

Gengive non infiammate, senza segni di parodontopatia. Tra le caratteristiche vi sono:

  • Colore rosa pallido e consistenza compatta
  • Aspetto punteggiato
  • Saldamente attaccate ai denti
  • Margine a lama di coltello
  • Normalmente non soggette a sanguinamento allo spazzolamento o al sondaggio
Sezione trasversale di gengive con gengivite

La gengivite

Infiammazione gengivale reversibile provocata dalla placca2.Le caratteristiche comprendono:

  • Alterazioni del colore delle gengive
  • Gonfiore del margine gengivale e arrotondamento della papilla gengivale
  • Sanguinamento al sondaggio e allo spazzolamento
  • Profondità del solco gengivale al sondaggio non superiore a 3 mm
  • Attacco gengivale inalterato 
Sezione trasversale di gengive affette da parodontite cronica

Parodontite cronica

Distruzione irreversibile dei tessuti parodontali, causata da infiammazione cronica.2Tra le caratteristiche vi sono:

  • Gengive infiammate
  • Sanguinamento al sondaggio e allo spazzolamento
  • Distruzione dell’epitelio giunzionale e perdita dell’attacco gengivale (effettiva formazione di tasche e presenza di una vera e propria recessione gengivale)
  • Perdita di osso alveolare
  • Mobilità e deriva dei denti

Altre patologie parodontali

  • Iperplasia gengivale2

    Iperplasia gengivale

    Ingrossamento delle gengive causato da irritazione, placca, tartaro, traumi o frizione ripetuti, o uso di alcuni farmaci (p. es ciclosporina)

  • Ascesso parodontale2

    Ascesso parodontale

    Comune infezione di una tasca parodontale. Gli ascessi possono essere acuti o cronici, e asintomatici se drenano spontaneamente.

  • Gengivite ulcerativa necrotizzante e parodontite ulcerativa necrotizzante2

    Gengivite ulcerativa necrotizzante e parodontite ulcerativa necrotizzante

    Gengivite ulcerativa necrotizzanteLesione dolorosa delle papille interdentali, con tessuto necrotico grigio visibile sulla superficie delle ulcere. Può comportare perdita di papille.

    Comune tra i fumatori e i pazienti con una scarsa igiene orale; anche lo stress può costituire un fattore predisponente.

    Parodontite ulcerativa necrotizzantegengivite ulcerosa necrotizzante con perdita dell'attaccamento gengivale.

  • Parodontite aggressiva2

    Parodontite aggressiva

    Perdita più rapida dell'attacco gengivale rispetto alla parodontite cronica.

    Si verifica in 1 paziente su 1000, di solito di età inferiore ai 35 anni, sano dal punto di vista medico, spesso con evidenza di altri familiari interessati dalla stessa patologia.

  • Parodontite associata a lesioni endodontiche2

    Parodontite associata a lesioni endodontiche

    Queste lesioni possono essere sia indipendenti sia coalescenti e possono originare dalla gengiva o dall’apice della radice.

Attuale sistema di classificazione della parodontite

Sviluppato nel 1999 al Workshop for Classification of Periodontal Conditions, l'attuale sistema di classificazione della parodontite si basa su otto parametri.2

Alla fine del 2017, nel corso di un altro workshop, è stata redatta una nuova classificazione; il documento conclusivo è stato pubblicato  nel 2018.2

Principali categorie della malattia in base all’attuale classificazione parodontale
1 Gengivite
2 Parodontite cronica
3 Parodontite aggressiva
4 Parodontite da malattie sistemiche
5 Parodontite necrotizzante
6 Ascessi parodontali
7 Parodontite associata a lesioni endodontiche
8 Deformità o condizioni sviluppate e acquisite

Tabella adattata dall’originale della British Society of Periodontology, 20162

I fattori di rischio per la malattia parodontale possono essere suddivisi in due categorie2

Icona batteri sul dente

Fattori di rischio modificabili

Locali

  • Placca e tartaro2,5
  • Fare uso di protesi dentarie parziali2
  • Dentatura insufficiente, con contatti aperti e restauri debordanti o mal sagomati2,5
  • Fattori anatomici come malposizioni dentarie, forcazioni, scanalature e concavità delle radici, perle di smalto2,5

Sistemici

  • Scarsa igiene orale2
  • Fumo e tabacco2
  • Stress2
  • Alimentazione scorretta2
  • Diabete mellito (scarsamente controllato)2
  • Assunzione di farmaci che causano xerostomia2

Concentrarsi su fattori di rischio modificabili come la scarsa igiene orale può migliorare la gestione della salute gengivale e condurre a esiti più favorevoli delle cure

Anamnesi familiare

Fattori di rischio non modificabili

  • fattori genetici2,5
  • Alcune variazioni ormonali, ad es. durante la pubertà, la gravidanza e la menopausa6
  • Immunodeficienza primitiva2,5

Maggiori informazioni sui fattori di rischio della malattia parodontale sono reperibili nel documento “The Good Practitioner’s Guide to Periodontology” della British Society of Periodontology.

Paziente odontoiatrico al banco della reception

Barriere del paziente al mantenimento della salute delle gengive

Punti difficili da raggiungere

  • Qualunque irregolarità che renda difficile la pulizia dei denti tende a favorire l’accumulo di placca5,7. Tra queste:
    • Malposizioni dentarie5
    • Margini debordanti in corrispondenza delle otturazioni5
    • Otturazioni mal sagomate5
    • Alcuni tipi di protesi dentarie5
  • La formazione di tartaro può causare ulteriore ritenzione della placca5

I pazienti ignorano i sintomi e i consigli dello specialista

I sintomi precoci della malattia parodontale possono venire ignorati per una serie di ragioni:

  • Inconsapevolezza dell’importanza di avere gengive sane (convinzione che il sanguinamento gengivale sia “normale”)
  • Convinzione che i denti siano più importanti delle gengive
  • Maggior interesse per gli aspetti estetici che per possibili problemi futuri causati dalla malattia parodontale
  • Convinzione che sia il dentista a dover risolvere i problemi gengivali e non ci si debba occupare in maniera proattiva della salute delle proprie gengive

Aiuta i tuoi pazienti ad avere una salute delle gengive ottimale

Icona famiglia

Impatto sulla qualità di vita dei pazienti

Scopri l’impatto della parodontite sulla vita quotidiana dei pazienti.

Scopri di più

Icona dente ingrandito

Diagnosi

Consulta la panoramica su come diagnosticare i sintomi della parodontite

Scopri di più

Icona dentista

Gestione

Leggi la panoramica sulla gestione della parodontite.

Scopri di più

Icona dente con gengiva

Salute delle gengive

Scopri di più sulla parodontite.

Scopri di più

Logo prodotto

Prodotti

Scopri in che modo la nostra  linea di prodotti specifici può aiutare i tuoi pazienti.

Scopri di più

Icona materiali educazionali per i pazienti

Materiali educazionali per i pazienti

Scarica i materiali educazionali per i tuoi pazienti

Scopri di più