Ipersensibilità dentinale: diagnosi

Paziente dal dentista per una visita

Diagnosi di ipersensibilità dentinale

“Un dolore breve e acuto, causato dalla dentina esposta in risposta ad alcuni stimoli, che non può essere ricondotto ad altre forme di disturbi o patologie dentali.”1

Anamnesi del paziente

Le linee guida del Canadian Advisory Board raccomandano di sottoporre tutti i pazienti a screening per la diagnosi di ipersensibilità dentinale e aiutarli a gestire la patologia in maniera efficace.2

È opportuno ottenere anche un’anamnesi dal paziente (in aggiunta a parametri oggettivi) a sostegno della diagnosi.2,3

Alcuni pazienti possono essere maggiormente soggetti all’ipersensibilità dentinale rispetto al resto della popolazione, per esempio:2,3

  • coloro che si spazzolano i denti in maniera aggressiva
  • coloro che sono stati sottoposti a trattamento parodontale
  • consumatori frequenti di cibi/bevande molto acidi
  • pazienti affetti da bulimia

Domande da porre ai pazienti che possono indicare la presenza di ipersensibilità dentinale2

Domande esplorative Quali potrebbero essere i segnali di ipersensibilità dentinale?
Può descrivere il dolore che prova?
È un dolore sordo, pulsante?
Dolore descritto come:
breve, acuto
Cosa provoca il dolore?
È qualche cibo o bevanda particolare a causarlo?
Stimoli che generano il dolore:
termici, osmotici e/o tattili
Mi potrebbe descrivere le sue abitudini di spazzolamento dei denti? Spazzolamento eccessivo, scarsa igiene orale
Mi potrebbe descrivere la sua dieta? Quantità eccessiva di acidi alimentari:
vino, agrumi, succhi di frutta, sottaceti ecc.
Soffre di reflusso acido oppure di episodi frequenti di vomito? Ricercare segni di: reflusso gastrico o vomito

Diagnosi differenziale dell’ipersensibilità
dentinale

Esistono diverse condizioni i cui sintomi sono simili a quelli dell’ipersensibilità dentinale. Tali patologie devono essere escluse prima di confermare una diagnosi di ipersensibilità dentinale.3

Eziologia Tipo di dolore Stimolo che causa il dolore Caratteristiche associate
Sindrome del dente incrinato Acuto, intermittente, breve,
si risolve con la rimozione dello stimolo
morso

Traumi, parafunzioni

Pulpite Acuto o sordo, difficile da localizzare con precisione All’interno della bocca, spontaneo (si presenta anche senza stimolo), verosimilmente pulsante, di durata maggiore, probabilmente tiene il paziente sveglio di notte Termico (stimolo caldo più probabile)
Osmotico
Tattile
Carie, restauri dentali
Parodontite periapicale Sordo, spontaneo (si presenta anche senza stimolo)
verosimilmente pulsante, di durata maggiore,
probabilmente tiene il paziente sveglio di notte
morso Possibile rossore, gonfiore e mobilità dei denti a livello apicale
Test diagnostici: icone e descrizioni

Test diagnostici utili

La diagnosi di ipersensibilità dentinale può essere confermata utilizzando una sonda odontoiatrica per verificare la risposta a uno stimolo tattile o un getto d’aria per valutare la risposta a uno stimolo freddo.4,5

Valutazione del dolore da ipersensibilità dentinale

I test per la conferma della diagnosi di ipersensibilità dentinale funzionano provocando dolore con uno stimolo definito. Negli studi clinici, l’intensità del dolore o il livello di fastidio provocato possono essere quantificati dal medico o dal paziente.4 La scala Schiff consente al medico di assegnare un punteggio al livello di dolore che il paziente prova in seguito allo stimolo dell’aria fredda.4 La Scala visuo-analogica (VAS) consente al paziente di indicare il grado di dolore su una scala numerica.4

  • Scala Schiff

    Utilizzo della scala Schiff nella pratica quotidiana

    La scala Schiff della sensibilità all’aria fredda4

    I gradi della scala Schiff della sensibilità all’aria fredda sono:4

    0. Il soggetto non risponde allo stimolo dell’aria1. Il soggetto risponde allo stimolo dell’aria, ma non chiede che venga interrotto 2. Il soggetto risponde allo stimolo dell’aria e chiede che venga interrotto oppure si sposta 3. Il soggetto risponde allo stimolo dell’aria, lo considera doloroso e chiede che venga interrotto

  • VAS – uno strumento medico usato universalmente per monitorare il dolore

    Scala visuo-analogica del dolore

    Scala visuo-analogica del dolore(VAS)4

    I due estremi della scala visuo-analogica rappresentano:4

    • 0 cm = dolore minimo causato dallo stimolo esterno
    • 10 cm = dolore massimo causato dallo stimolo esterno

Sensodyne – il dentifricio leader mondiale₹ per il trattamento dei denti sensibili

Icona dentista

Gestione

Visita la sezione sulla gestione dell’ipersensibilità dentinale.

Scopri di più

Icona dente

Ipersensibilità dentinale

Scopri di più sull’ipersensibilità dentinale.

Scopri di più

Icona ghiacciolo

Cause e meccanismi

Scopri le cause e i meccanismi all’origine dell’ipersensibilità dentinale..

Scopri di più

Icona famiglia

Impatto sulla qualità di vita dei pazienti

Scopri l’impatto dell’ipersensibilità dentinale sulla vita quotidiana dei pazienti.

Scopri di più

Logo Sensodyne

La gamma Sensodyne

Scopri in che modo la gamma Sensodyne può aiutare i tuoi pazienti.

Scopri di più

Icona materiali per i pazienti

Materiali educazionali

Scarica i materiali per i tuoi pazienti.

Scopri di più